Speleos Expedition "Sentendo l'altra estremità della corda" Carso Triestino 2014

Autor: Ivan "dědek" Kletečka
Rubrika: Expedice

Speleos Anno 2014 è stato davvero meraviglioso! È stato intrapreso diverse spedizioni alla metropolitana e anche anche le acque scure. Tutti erano belli. Ma la più bella, che non va dimenticato, è una grande spedizione per l'amante Carso triestino. Perché in grotte carsiche Trieste sono i miei innamorati e soprattutto i miei grandi amici speleologia. E il mio cuore è felice per un lungo periodo di tempo.

Il mio compito era quello di pianificare l'intero piano di spedizione dalla A alla Z. Innanzitutto, creare speleos squadra Guano, che indurisce soprattutto divertimento e avventura a tutti i costi. E 'stato anche importante garantire alloggio e bellissime grotte per la documentazione completa. Con questo davvero mi ha aiutato amici da club San Giusti e Boegan. Grazie amici!
E c'era il giorno della partenza! Evviva! Al mattino, tutto l'equipaggio riuniti alla base del pensile speleologia Guano. Già l'avventura è stato caricato due auto materiale e una grande offerta di buona birra arrampicata. Con una grande scatola sul tetto, montare tutti gli strumenti musicali (due chitarre, mandolino, ensemble di percussioni, cornamuse magici, fisarmonica, cembali e braciole di maiale). Auto gonfiabili Grazie speleos sono tutti in forma. Un viaggio attraverso la Germania era abbastanza buono, fatta eccezione per i trattori fastidiosi e combina brutale. Agricoltori tedeschi hanno sciopero centrale e quindi fecondato, tutto quello che sono imbattuto. Tuttavia, i momenti di massima e pericolosi si è verificato in Austria. Nel parcheggio sulla strada siamo stati sessualmente molestati dai pensionati austriaci. La maggior parte di loro è piaciuto Bobo. Ha ottenuto nel bus. Non vuole parlare di quello che è successo lì. Impegnarsi a un negozio di souvenir accidentalmente acceso stazione di servizio. Con un grande incendio è stato deviato tutta autostrada. Il nostro percorso si estende un po 'oltre le Alpi. Nelle montagne delle nostre estremità emozionante avventura. In un passaggio, siamo stati attaccati da capre aggressivi. Queste capre sono state munte otto mesi. Non c'era tempo viene munto, e le due tergicristalli dell'equipaggio attivato e si allontanò. Storia triste. Infine scendiamo a terra italiana. L'umore della squadra sta migliorando e ottimizzare canzoni insieme italiane. Il nostro principale cantando la canzone divenne speleos nuova canzone "grandi seni ... io ti amo." Evviva! Finalmente siamo arrivati ​​a Trieste. Profumo di Carso e il mare è inebriante. Su spleos Club GSSG, veniamo a salutare il nostro grande amico Lupo. La serata è meraviglioso, buona birra e conversazione condivisa circa le grotte. Tutto è grande e l'atmosfera è perfetta.

 

2 ° giorno spedizione (Domenica)
Al mattino, dopo una ricca colazione, partenza per il confine italiano-sloveno. Qui il nostro obiettivo sotterraneo diventa piccola ma bellissima grotta Rebceva. La temperatura esterna è 31st cesio. In tuta senza pietà battere la loro strada attraverso il nostro corpo e brutalmente di scarico. Sul punto di miraggi troviamo l'ingresso della grotta. Ingresso piccoli verticali lavoratori di 45 metri. Ormeggio corda è vecchio. E quindi dobbiamo formare nuovo sicuro Fixi. Nella parte inferiore della gola ingresso è una temperatura piacevole e il cervello è raffreddata lentamente. Rebceva grotta è piccola e si compone di una grande casa. Tuttavia, questa sala grotta è una decorazione carsica ben arredato. E ovunque l'occhio può vedere. Lens è una delizia. Il nostro compito principale è stato quello di mettere a fuoco e documentare con precisione il flusso di micro zewlů. Questa attività richiede tempo. Tutti i dati misurati sono stati inviati i satelliti in CMS-3-K. Il professor George (pandrhola), non poteva mancare tentativi pate che i test per scopi cosmetici in Estremo Oriente. I suoi metodi scientifici sono ancora famosi tra mongoli. Questo metodo scientifico speciale, il futuro aiuterà tutti jeskyňářům a zdárněji migliore documentazione in grotte.
La sera siamo stati invitati al nostro amico Bruno speleos nel bunker. Bruno e Danila, preparato per noi una grande esperienza culinaria. Mi piace il cibo italiano! Sapori unici creati in cucina di Bruno è stata un'esperienza straordinaria. C'era anche una degustazione di Grap e Danilo liquori sorprendenti. Ou jééééééé !!! Grazie !!!

 

3 ° giorno spedizione (Lunedi)
Sì, il terzo giorno è critica. E non è così. Proprio in mattinata c'è stato un incidente spiacevole con la toilette. Tubazioni di scarico sono intasati. Egli ha dichiarato lo stato di emergenza e di battere la bandiera dovuto girare. Il nostro team di spedizione divisa in due gruppi operativi. Il primo gruppo di alpha, è andato al college per le sostanze chimiche adeguate. Technical gruppo beta, è andato a comprare una molla campana anale rotante. La missione ha avuto momenti drammatici. Alcuni dettagli non possono descrivere. Sul punto di forza fisica e stanchezza mentale ha preso Bobo. Le sue gesta valorose saranno scritti in tutti i famosi libri. Armato con una maschera subacquea, campana gomma imbarcò in feroci combattimenti con il trono intasato. Con le parole "o me o lui" ... e "Dio perdona, ma non mi" ha lasciato il campo di battaglia. È stato ascoltato: grida, lamenti, strani rumori, gorgoglii, grida e poi ... silenzio inquietante. Fecale Bobo ha ed è diventato l'eroe del giorno. Evviva! Questa operazione impegnativa ha preso tutta la mattina. Dopo pranzo andiamo a carsici. C'è poco tempo e così abbiamo scelto un piano B. Andiamo a una piccola ma bella grotta Mici (-35 m). Nella grotta, per ragioni di tempo, abbiamo fatto nessuna misurazione. Cave Mici, una natura vergine. Le sue belle decorazioni, letteralmente togliere il fiato. Cristallino decorazione carsico delizia ogni speleos cuore e, naturalmente, l'obiettivo. E 'necessario in diverse località per togliere gli stivali e tute spogliarsi. Ci Moving deve essere molto attentamente. L'arredamento qui è fragile ed è importante per proteggerlo. Fotodokumentace in piccoli spazi, è stato in gran parte utilizzato in una posizione sdraiata. Impegnativo, ma bella! La grotta va al mare. In serata, la nostra spedizione cucinare Jarda evoca cibo delizioso. Altri brani strumenti musicali e in presenza di uno stato d'animo allegro creiamo un piano per il giorno successivo.

 

4 ° giorno spedizione (Martedì)
La mattina presto abbiamo deciso di nuovo sul confine italiano-sloveno. Oggi, il nostro compito è quello di documentazione e la misurazione grotta Skamprlova (-119 m.). Grazie navigazione moralmente corrotto, errante di Pentecoste. Ma come è un'avventura arricchito. Anche in questo caso, la temperatura esterna è tropicale e l'aria sta letteralmente. Un trekking impegnativo sterline senza fine. Veduta del gap ingresso (P55) è piacevole. La grotta ha due parti principali. La parte occidentale della grotta è bellissima! L'arredamento carsico è eccellente. Festa splendida per gli occhi. Photo-tecnica žhavila come lava. La parte orientale della grotta è un po 'più sportivo. Diversi passaggi devono essere superate attraverso lo specchio di poppa. Tuttavia, dopo aver superato un piccolo verticale (P28), c'è un'altra bella vista. Ampi spazi si alternano piccole. Ne vale la pena per il buon feeling. Ultimo verticale (P30) al fondo viaggio finale del cave. Qui è il luogo ideale per la misurazione zewlů. Mezzi di trasporto a volte è difficile. Ma per scopi scientifici, non è il momento di recedere e sanguinare. Nei piani inferiori delle grotte hanno un piccolo problema con la trasmissione dei dati. La connessione è molto intermittente. Grazie Sidymu che è padrone su multa elettronica, comodamente risolto il problema di inter-bivacco. I valori ottenuti vengono trasferiti correttamente al sistema satellitare. Tutto è in ordine e insieme uscire verso il sole e il suo colpo spietato a tutto il corpo. Temperatura esterna intensifica letteralmente la tortura e la temperatura corporea di 40 gradi è veramente un inferno. Ma la serata è una meravigliosa riunione con gli amici GSSG con buona birra. Canto comune, bevendo birra e deliziosi pettegolezzi circa le grotte è un bel recupero. Ho amici mostrano nuove scoperte grotta, inu serata molto bella.

 

5 ° giorno di spedizione ( Mercoledì )
Oggi è un grande giorno ci attende gemma preziosa Carso triestino . La Grotta dei Sogni . Ooo la la la !!! Insieme con noi alla grotta va la leggenda Trieste Karst're un grande amico Lupo . Nella grotta ci siamo riuniti con i nostri altri amici da Speleo Club Boeban e con Luisa e Antonella . Sistema dei La Grotta Songni è una parola bellissima . La sua bellezza non può essere descritto in parole umane ! Quando si dice il nome del mio fiato . Poche informazioni . La grotta è stata scoperta nel 1991. Ora ha due ingressi garantiti . La lunghezza totale di 3100 metri impiegato . Costruisce su altri due grandi sistemi di grotte , che sono separati da acqua ... La cavità è formata da una lunga galleria dalle dimensioni medie di 6m x 4m, con allargamenti che danno luogo a cavernosità più ampie, molto ben concrezionata nella sua prima parte (i primi 150m, sino alla seconda strettoia), un po' meno nel tratto rimanente. A circa 250m dall'ingresso alcuni piccoli pozzi conducono ai rami inferiori, costituiti da meandri intervallati da sale concrezionate. Il meandro orientale (Meandro dei fiori) è in leggera salita ed ha uno sviluppo di 380m; alcune diramazioni portano lo sviluppo totale ad oltre 600m ed alcuni pozzetti conducono a tratti idricamente spesso attivi. Il meandro occidentale (probabile continuazione del precedente) scende per alcune decine di metri sino ad un pozzetto molto eroso e sormontato da un alto camino, in cui si riversa, in caso di pioggia, un quasi torrentello. Scavi sulla sommità della colata che chiudeva la galleria in prossimità dei pozzi hanno reso possibile aprire un passaggio che permette di proseguire, sempre in leggera discesa, per altri 200 metri; in questo ulteriore tratto le dimensioni sono leggermente maggiori di quelle del tratto precedente. Il concrezionamento è sempre presente, anche se in forma meno accentuata; si notano invece sempre più numerosi i crolli, sia di crostoni stalagmitici sia di grossi massi di volta. Anche questo troncone di galleria termina con una grossa ostruzione (da una parte colate di calcite dall'altra sabbia mista a pietrame). Nei pressi dell'ingresso, all'inizio del tratto più concrezionato della galleria, è stato aperto fra alcune colate un passaggio che conduce alla Galleria delle Candele, così chiamata per la presenza di numerosi esili stalagmiti. La grotta, è stata dedicata dai suoi primi esploratori alla memoria di Gualtiero Savi, figlio di uno degli esploratori, già grottista anni addietro e perito in un incidente stradale. Fonte Speleo Club Boegan . Grazie mille !!!

 

6 ° giorno spedizione ( Giovedi )
Questa mattina , finalmente piovuto un po 'd'aria tropicale ritirò . Davvero solo per un attimo . Il nostro design contemporaneo sotto terra è di Grotta di Padriciano ( -242 m. ) . Chiavi della grotta abbiamo preso in prestito da amici Boegan . Ou wassup ! Grazie! Imballiamo materiali di documentazione , un sacco di cibo e buon umore . È vero , il percorso è un po ' allungato . Nuovo sciopero di navigazione . Sindacati Grazie GPS , abbiamo guidato attraverso il centro storico di Trieste . Un po 'di cultura e di storia di certo non farà male . Alcune strade strette dato occupare la frizione e freni . Principalmente , che la squadra è in possesso di un buon umore e senso dell'umorismo . Il sistema blocca la grotta è davvero geniale . Simile avere una cassaforte in banche . Dalle numerose sigle e date scritte in alcuni tratti della grotta si rileva che le prime ricognizioni risalgono agli inizi del secolo scorso, ma si ignora quando venne raggiunto il fondo della cavità, che fu forse toccato da Lindner o Svetina attorno al 1839. Risalgono senz'altro a quell'epoca i manufatti tuttora visibili in vari punti, in particolare i gradini scavati nella concrezione per agevolare il superamento di scivoli e piccole risalite; anche il cunicolo disagevole e fangoso al fondo della grotta appare in molti tratti ampliato o addirittura vuotato dall'argilla che l'ostruiva.
La grotta è attualmente chiusa da una cancellata in quanto la Società Alpina delle Giulie, che ha ottenuto l'affittanza del terreno, vi ha installato numerosi strumenti atti a rilevare alcune caratteristiche del clima sotterraneo.
Nel 2003 varie prove con fumogeni nella parte finale della cavità hanno permesso di individuare un nuovo cunicolo, aperto con lavoro di scavo, che conduce sotto una frana. In prossimità di quest'ultima si sente in lontananza un vago rumore di scorrimento.

Nel tardo pomeriggio abbiamo trascorso in mare . Ognuno secondo il suo gusto . Blekoš tentò più volte di attraversare a nuoto il mare per l'altra sponda di fuori dell'Africa . Bobo commesso e giocare con gli squali . Meduse Sidyho punse . Jarda riposo nelle secche . E io sono con le signore locali che giocano a carte - strip poker .

 

7.giorno spedizione  ( Venerdì )
Sì , un grande Venerdì ! E 'tempo per una grande grotta ! Ou jéééééé ! Grotta Impossibile ( - 161 m . ) . La mattina arriviamo ad Antonello . Si va avanti sulla sua moto per mostrarci il nuovo ingresso e aprì la grotta . Poi si siede rapidamente sul infernale motore della macchina e va a lavorare . Ingresso auto non è lontano . Meno Male! Corde di trasporto e altro materiale non era così impegnativo . Il problema è venuto a tirare la corda dal box auto tetto . Nella casella erano in calze pericolo che appartenevano al capo della spedizione . Questa arma biologica con effetti letali , contaminato tutti nel cerchio di un metro . Con tuta di protezione chimica OPCH - 90 calzini sono stati distrutti . Discesa rapida in Grotta Ipossibile ! Si tratta di una cavità ad andamento misto scoperta durante i lavori per la realizzazione della Grande Viabilità Triestina.
L'accesso si presentava inizialmente come uno stretto pertugio poi allargato artificialmente e liberato dai massi che lo ingombravano. Un pozzo profondo 25 metri conduce ad un'ampia galleria larga in media 20 metri ed alta altrettanto, interrotta da restringimenti della sezione in cui si avverte una notevole corrente d'aria. Alla base del primo pozzo d'accesso si dipartono alcune diramazioni laterali di cui una in pozzo ed altre di dimensioni più modeste in risalita. Alla base del secondo pozzo si percorre una sala di discrete dimensioni (la prima sala), dalla quale si dipartono due gallerie, di cui una pensile e posta a circa 6 metri dal piano di calpestio. La seconda alla base della parete Est è una vera e propria bocca di circa 2 metri per 1 di altezza: è un passaggio obbligato di medie dimensioni che a causa della fortissima corrente d'aria in aspirazione è stato chiamato “passaggio Venturi”. Tramite questo si accede ad una seconda sala di discrete dimensioni caratterizzata da una grande vaschetta carsica in regime di “secca”, che presenta impressi sulle pareti i segni degli antichi livelli dell'acqua. A questa segue un'altra sala dalle caratteristiche inusuali (la prima grande sala): l'antico soffitto della galleria si perde nel buio, con una certa forma sinuosa a “meandro”: sulla sinistra una vasta cengia termina sul fianco della stessa sotto l'arrivo di un altro ramo. Ritornando indietro e disceso un piano molto inclinato costituito da una liscia colata di calcite si arriva sul fondo della sala, che presenta sulla destra una rientranza con bellissime formazioni eccentriche e un passaggio che porta ad una galleria laterale di circa 60 metri.
Sulla destra senza discontinuità con la sala si imbocca una grande galleria dalle notevoli dimensioni in altezza e ingombra da grossi massi dovuti ad antichissimi giganteschi crolli: le alte pareti in questo punto sono distanti mediamente 15 m ed alte 40 m.
I primi 400 metri della grotta si sviluppano verso Est e terminano con un ampio salone di metri 130 x 80, altezza non definita (ma oltre gli ottanta metri), dove culmina una grande stalagmite circondata da altre minori a forma di tanti piatti sovrapposti. Questa sala presenta una galleria alta a Ovest verso il punto più basso della caverna e una galleria bassa a Nord – Ovest, che rappresenta la prosecuzione: fangosa e concrezionata è raggiungibile lungo un passaggio leggermente esposto a circa una ventina di metri dal fondo della caverna. Dopo un primo tratto in condotta con un pozzo di 20 m si arriva ad un sala con varie diramazioni alte.
Una lunga fessura meandro in leggera risalita estremamente regolare e con due effimere ma rugose cenge dalle pareti coperte di cristalli di calcite conduce ad un breve pozzo con una infida lama di roccia semi-staccata. Segue una sala-camino di più cospicue dimensioni, interessata da una frana dall'aspetto alquanto recente.
La cavità continua lungo una galleria a meandro diretta a Nord – Ovest fino ad arrivare ad un pozzo di 37 metri (pozzo Aldo Calice), alla base del quale si trova un quadrivio formato dall'incrocio di due caverne principali. Entrambe continuano sia “a monte“ che “a valle” e compenetrano tra loro nella parte più estesa: a destra una splendida galleria di alcuni metri di sezione occhieggia in un tripudio di concrezioni; a sinistra tra i massi ed una breve e comoda risalita sprofonda un ulteriore salto; al centro in un ambiente immacolato si risale una colata di una decina di metri entrando nella così chiamata “Bocca del pescecane Pinocchio”, attraverso la quale si accede alla caverna annessa. Da qui si dipartono due diramazioni e la più eclatante si trasforma ben presto in una grande forra-galleria fossile, che prosegue attraverso un nuovo sprofondamento di 22 metri.
Da questo punto una breve risalita su un pendio fangoso conduce ad un'altro bivio, che discende a destra fino a raggiungere un caratteristico meandro concrezionato. Procedendo dopo un saltino ed alcune anse si apre il pozzo profondo 50 metri, che presenta una partenza spettacolare: la campana sprofonda regolare ed il fondo è piatto circondato da pareti regolari con roccia pulita. Un passaggio scomodo posto alla base accede tramite un ulteriore pozzo, p. 19, piuttosto viscido, ad un ambiente considerevolmente più vasto e di una particolare bellezza. Il successivo sprofondamento assomiglia ad un ambiente a forra, dove un lato del fondo è ingombro da sassi e fango in posizione instabile. La parete presenta uno viscido colatoio fangoso saturo di argilla plastica.
Ritornando alla galleria posta presso il bivio vicino alla base del p. 22., dopo 50 metri di slalom su colate e tra grosse stalagmiti si accede ancora ad una vasta sala, interessata sulla sinistra da notevoli fenomeni di crolli. A Ovest Nord-Ovest ci sono alcuni arrivi ed una galleria più articolata con breve risalita, mentre a Nord si intravede al di là di un larga cengia forse una ennesima prosecuzione. Sulla parete ad Est si apre una splendida galleria ad andamento sub-orizzontale, che dopo alcune centinaia di metri immette in un nuovo settore della cavità, chiamato galleria delle “Canocie sgionfe de Barcola” per l'abbondanza esplorativa. Fonte Speleo Club Boegan . Grazie mille!

La sera abbiamo invitato i nostri amici dal club Boegan cena . Ooo la la la !!! E 'stata una serata molto bella !!! Eccellenti speleos italiano cena di tre portate , è stata un'esperienza straordinaria ! Era così grande che la sedia Bob scoppio . E questo non può essere! Al clubhouse seminato il nostro logo Guano . Il mio occhio volentieri cadere una lacrima . Ancora una volta , vi ringrazio molto per una grande esperienza da pranzo e una bella zona salotto con speleos amici !

 

8.giorno spedizione ( Sabato )
Expedition sta lentamente volgendo al termine . I nostri corpi sono già abbastanza stanchi , ma la mia mente è molto felice . Oggi è stato un periodo di riposo . La mattina andiamo in orizzontale, ma molto bello Grotta Valentina . Dopo una piccola caverna d'accesso, la cavità prosegue con un cunicolo interrotto da una scomoda strettoia, alla quale segue una bassa galleria suborizzontale che continua, allargandosi e in leggera pendenza, in direzione N-S. Il suolo della galleria è costituito da sedimenti limosi-argillosi che, in alcuni punti, sono stati ricoperti da uno strato di concrezione calcitica. In questo tratto della cavità sono stati rinvenuti reperti fossili di mammalofauna, frammenti di ceramiche risalenti ad un arco di tempo che va dal neolitico al periodo romano, ed un'ascia in pietra verde. All'inizio della galleria sono presenti grandi stalattiti, generalmente di colore ocra scuro, per la maggior parte attive, e tozze stalagmiti. Lungo tutto il percorso sono osservabili "scallops", "lineazioni orizzontali di corrosione", "lenti di dissoluzione" e "cupole di corrosione". La galleria si conclude con una strettoia, oltre alla quale si apre una grande sala, alta in media 10m, larga 14m e lunga 30m, ricca di splendide concrezioni eccentriche e cristalline. Da questa si può accedere, con facili risalite agevolate da scale in ferro a dei vani laterali, sempre molto concrezionati. Al di sotto della grande caverna si apre una piccola sala, nella quale in periodi di abbondanti precipitazioni le acque di ruscellamento che percorrono la galleria vengono inghiottite da una strettoia. Dopo aver scalato grotta rende grande apparecchiature di cernita arrampicata . Poca preparazione per la partenza di domani per la casa . Nel pomeriggio abbiamo visitato il centro storico di Trieste . Bella lunga passeggiata attraverso la città , visitare musei , festival di kapulery , degustazione di vini , la perdita di timidezza e di altre esperienze culturali . Ieri sera abbiamo trascorso al GSSG club con Bruno , con una buona birra . Jarda birre speciali di spedizione e il resto del team di materiale imballato per domani viaggio di mattina a casa. Un po 'di più il tono dei nostri strumenti musicali , il canto e, naturalmente, una piccola danza spontanea . Il lungo addio con i nostri amici speleos GSSG . E poi il sonno obbligatoria prima del lungo viaggio verso casa .

 

9.giorno spedizione ( Domenica) ritorno a casa .
Mattina malincuore imballato l'auto e lasciando il materiale nel suo paese d'origine . Spedizione Quest'anno speleos era veramente bella !!! Speciali belle grotte ci scavate cuori per sempre . Un ultimo sguardo al mare , a poca polenta passaggio e noi siamo sulla strada . E poi tornare a casa per le famiglie ! Homecoming era sorprendentemente molto tranquilla e senza problemi .

Big grazie : Grazie per Furio e strutture ricettive eccellenti alla base di GSSG . Un grande ringraziamento va a tutti gli amici speleologia GSSG e Boegan , per una meravigliosa grotta programma . Prima di tutto un grande grazie a Antonella e Luisa ( Boegan )!!! Un grande grande ringraziamento , mio grande speleos amico Bruno ( leggenda vivente Carso Triestino ). Amici , vi ringrazio molto per tutto !!! Arrivederci !!!

 

Il famoso team di spedizione :

Ivan „dědek“ (Il comandante della spedizione , presidente Speleo gruppo Guano , principale documentazione fotografica, suonare le cornamuse), Jirka  „pandrhola“ (ingegnere capo per le operazioni di soccorso, uno che balla con i lupi, a suonare la chitarra  ), Milan „Sidy“ (squadra di soccorso tecnico , il terzo moschettiere), Jarda „Járo“ (cuoco spedizione, pilota del primo equipaggio , ferite - sciamano guarigione, suona il liuto  ), Petr „sir Blekoš“ (helper professionale con una rigida disciplina, conchiglie cacciatore , team di tecnici , italiani soprannominato " giovane ", suonare la batteria), Bohouš „Bobo“ (il video - documentarista , produttore meraviglioso acquavite di prugne , suonare la fisarmonica , il secondo equipaggio pilota), Honza „Spáchy“ (video-documentario , un ingegnere chimico , uno che ama ballare con gli squali , giocando i piatti).

" Sentire l'altra estremità della corda .... È bellissimo !!! "

 

Ciao

Ivan

 

 

 

/* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Normální tabulka"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-qformat:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin-top:0cm; mso-para-margin-right:0cm; mso-para-margin-bottom:10.0pt; mso-para-margin-left:0cm; line-height:115%; mso-pagination:widow-orphan; font-size:11.0pt; font-family:"Calibri","sans-serif"; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-fareast-font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-theme-font:minor-fareast; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin;}
Průměr: 5 (hlasujících: 2)

Volby prohlížení komentářů

Vyberte si, jak chcete zobrazovat komentáře a klikněte na "Uložit změny".

Video z

Obrázek uživatele spachal
Video z akce: https://vimeo.com/125444443

Honzo,questo video è bello

Obrázek uživatele ivan.KLE.

Honzo,questo video è bello !!! Slavná premiéra dokumentu, tentokráte v češtině, byla prezentována na Speleo and Diving Four Rum 2015 o tomto wejkendu.  Speleo punk is not dead !!! :-) Wolové :-)

Zdař Bůh

dědek

Tyto stránky byly vytvořeny pomocí služby Jeskyňář.cz - http://www.jeskynar.cz
Creative Commons License
Na veškerý obsah, pokud není autorem příspěvku uvedno jinak, se vztahuje licence
Creative Commons Attribution-Noncommercial-Share Alike 3.0.